Il ruolo delle Scuole Forensi in Italia

Venerdì 1° aprile 2016, alle ore 17.30 presso Villa Badia, Abbazia di Santa Giustina a Sezzadio (AL), si terrà il convegno di studi "La cultura dei diritti e dell’Avvocatura. Il ruolo delle Scuole Forensi".

Venerdì 1° aprile 2016, alle ore 17.30 presso Villa Badia, Abbazia di Santa Giustina a Sezzadio(AL), si terrà il convegno di studi "La cultura dei diritti e dell’Avvocatura. Il ruolo delle Scuole Forensi" organizzato da Università del Piemonte Orientale, Scuola di Formazione Forense Giorgio Ambrosoli, Ordine degli Avvocati di Alessandria, Scuola Superiore dell’Avvocatura e Consiglio Nazionale Forense.

L’evento sarà inaugurato dal rettore dell’UPO Cesare Emanuel, dal direttore del Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze politiche, economiche e sociali dell’UPO Salvatore Rizzello, dal Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Alessandria e della Scuola Forense “G. Ambrosoli” Piero Monti. Il tema del ruolo delle scuole forensi nel panorama formativo e giuridico italiano verrà introdotto da Roberta Lombardi, docente di Diritto amministrativo all’UPO e direttrice della Scuola “Ambrosoli”, e da Enrico Merli, Componente del Consiglio Nazionale Forense.

Relatori principali del convegno saranno l’avvocato Andrea Mascherin, Presidente del Consiglio Nazionale Forense, e il professor Salvatore Sica, Vice Presidente della Scuola Superiore dell’Avvocatura. Le conclusioni saranno invece affidate al professor Renato Balduzzi, già docente presso l’UPO e oggi componente laico del Consiglio Superiore della Magistratura.

«Il convegno – come sottolinea Roberta Lombardi – rappresenta non solo un appuntamento formativo importante per gli Avvocati, ma è particolarmente rivolto ai futuri discenti della Scuola (praticanti e abilitati), cui la nuova disciplina dell’ordinamento della professione forense (art. 43 l. n. 247/2012) rimette l’obbligo della frequenza con profitto di un corso di formazione, soprattutto per coloro che intendano accedere all'esame di abilitazione a partire dal prossimo anno. Tengo a precisare che la Scuola "Ambrosoli", unica realtà finora nel panorama italiano a coniugare le competenze accademiche con quelle professionali degli Avvocati, si propone di formare coloro che si affacciano alla professione forense con metodi didattici innovativi di cooperative learning, privilegiando l’insegnamento di materie che integrino gli insegnamenti tradizionali con le tecniche del linguaggio giuridico, della retorica forense e dell’argomentazione giuridica, della ricerca giurisprudenziale e del processo telematico, senza tralasciare ovviamente le esercitazioni pratiche sulla redazione di pareri e atti giudiziari, necessari per superare l’esame di abilitazione finale. Insomma un vero e proprio Ginnasio forense, che insegni al futuro avvocato le tecniche del "saper fare" e del "saper essere"  e sappia – ci auguriamo – stimolare  la passione e l'emozione necessaria per indossare la toga».

La partecipazione all’evento è gratuita. Tuttavia è necessario iscriversi contattando via mail l’indirizzo formazione@ordineavvocatialessandria.it I posti a disposizione sono 100 e la partecipazione consente di ottenere tre crediti in materia di deontologia forense. Programma e modalità di iscrizione sono reperibili sul sito www.scuolaforenseambrosoli.it

Quando: 
01/04/2016 - da 17:30 a 19:30
Sezzadio
Villa Badia