Al via la XIV edizione dello European Master in Disaster Medicine

Dal 6 al 20 maggio torna a Novara il Master in medicina dei disastri con studenti provenienti da tutto il mondo. Si rinnova la collaborazione con l'Esercito Italiano e con la Protezione Civile.
Quando:: 
06/05/2016 - 14:00

La XIV edizione dello European Master in Disaster Medicine (EMDM) si terrà a Novara tra il 6 e il 20 maggio prossimi. I partecipanti sono 32, provenienti da ogni parte del mondo e la cerimonia di apertura è prevista per le ore 18.00 del 6 maggio presso la sala conferenze dell’Hotel La Bussola, in Via Boggiani 54 a Novara. Durante la sessione inaugurale interverrà il presidente della Società Mondiale di Medicina di Emergenza e dei Disastri, il dottor Paul Farrell, insieme al professor Francesco Della Corte e al professor Ives Hubloue.

Il Master EMDM è organizzato dal CRIMEDIM (Centro di Ricerca in Medicina d’Emergenza e dei Disastri) dell'Università del Piemonte Orientale. Il programma didattico del corso impegnerà i masteristi attraverso conferenze e seminari affidati a docenti internazionali e a personale qualificato del CRIMEDIM; sono inoltre previste due giornate di formazione (16 e 17 maggio) presso la Caserma “Cavalli”, propedeutiche alla simulazione di maxi-emergenza che si terrà proprio presso la “Cavalli” – la catastrofe inscenata, come da tradizione, non può essere svelata prima del via alla simulazione – nel pomeriggio del 18 maggio 2016 grazie alla collaborazione dell’Esercito Italiano attraverso il 1° Reparto di Sanità “Torino” e il Reggimento Gestione Aree di Transito (RSOM) Bellinzago. L’evento gode inoltre del patrocinio di Regione Piemonte e Comune di Novara e della partecipazione storica delle associazioni di volontariato di area sanitaria, il coordinamento provinciale di Protezione Civile e i Vigili del Fuoco di Novara. iNovaria, Enne3, Geo4Map e Flamor forniranno, invece, il supporto tecnologico che da sempre contraddistingue le simulazioni gestite dal CRIMEDIM.

«Il Master – ha detto nella conferenza stampa di presentazione il direttore del CRIMEDIM professor Francesco Della Cortecostituisce la più grande esperienza al mondo nel campo della medicina dei disastri, grazie a una faculty di docenti molto qualificati che attira medici e specializzandi dai cinque continenti. La collaborazione con l'Esercito Italiano è ormai rodata ma ci rende orgogliosi sapere che le forze armate traggono enormi vantaggi, in termini di addestramento e verifica del personale e degli equipaggiamenti, grazie a questa partnership. Anche l'eccellente valutazione che gli studenti restituiscono a noi organizzatori costituisce uno stimolo considerevole per migliorare ancora la loro esperienza formativa».

«L'Esercito – ha sottolineato durante la presentazione il tenente colonello Donatello Scarano, comandante del 1° Reparto Sanità "Torino" che allestirà l'ospedale da campo presso la Caserma "Cavalli" di Novara  – schiererà strutture capaci di ospitare 40 posti letto e strutture dedicate nel campo della diagnostica, dell'emotrasfusione, della ginecologia, della pediatria e molto altro ancora, oltre alla presenza di una vera e propria farmacia da campo. Uno dei nostri scopi è quello di verificare le capacità di intervento dell'intero Reparto e ottimizzare la collaborazione con altre istituzioni civili. Devo inoltre ricordare il supporto essenziale del Reggimento Gestione Aree di Tranisto RSOM di Bellinzago ai comandi del colonnello Mario stefano Riva e del Battaglione Gestione Transito guidato dal tenente colonnello Gianluca De Matteis».

L'esercitazione di maxi-emergenza del 18 maggio coinvolgerà complessivamente 400 persone. «Credo che il Master – ha detto il dottor Davide Colombo, responsabile del CRIMEDIM per le simulazioni in scala reale – abbia un'importanza notevole a livello sociale. Le popolazioni, nei momenti di crisi, si aspettano una risposta rapida e competente da parte delle istituzioni e sono felice che questo territorio abbia la possibilità di testare il grado di preparazione delle forze armate e delle associazioni coinvolte in scenari reali». Sulla stessa linea d'onda il dotto Pier Luigi Ingrassia, direttore del Centro di simulazione in medicina e professioni sanitarie SIMNOVA: «Crediamo fortemente nella simulazione come parte centrale della formazione in ambito medico. Le richieste di collaborazione dei nostri studenti, in costante aumento, lo sottolineano. CRIMEDIM e SIMNOVA in questo frangente hanno il grande merito di avvicinare ancor più Esercito e Protezione Civile, dimostrando di essere divenuti nel tempo e grazie all'esperienza internazionale vero e proprio punto di riferimento nella ricerca e nella fromazione nella medicina dei disastri».

Novara
Via Boggiani 54, Novara