L'UPO teatro del convegno nazionale dei geografi

A inizio ottobre si è tenuto il convegno nazionale dell'Associazione Italiana Insegnanti di Geografia.

Dal cinque all’otto ottobre l’Università e il territorio del Piemonte Orientale hanno ospitato i lavori del 60° Convegno Nazionale dell’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia (AIIG). Attualmente l’AIIG conta oltre duemilacinquecento soci che si interessano soprattutto del rinnovamento della didattica della geografia in rapporto ai cambiamenti della realtà territoriale. Molti soci sono docenti universitari, altri sono cultori della disciplina, mentre la maggior parte dei soci è costituita da insegnanti di discipline geografiche nelle scuole di ogni ordine e grado.

I partecipanti al Convegno si sono riuniti nelle sedi dell’Università del Piemonte Orientale di Novara (Dipartimento di Studi per l’Economia e per l’Impresa, DISEI) e di Vercelli (Dipartimento di Studi Umanistici, DISUM). In quest’ultima città hanno avuto luogo le “officine didattiche”, coordinate da Cristiano Giorda dell’Università di Torino con il quale hanno collaborato colleghi provenienti da diverse università italiane. 

Cesare Emanuel – attualmente unico Rettore geografo d’Italia – ha tenuto una lectio magistralis sul tema: “Università e territorio: trasferimenti di conoscenza, strategie di sviluppo”. Molti sono stati i riferimenti alla realtà dell’Università del Piemonte Orientale. Hanno poi discusso, circa i problemi dell’insegnamento della geografia nella scuola e nell’università, tre autorevoli maestri che hanno insegnato la geografia per decenni nelle Università piemontesi: Franco Adamo, Giuseppe Dematteis e Gino Lusso.

È stato invitato a tenere una relazione anche lo storico dell’Università del Piemonte Orientale Alessandro Barbero che ha trattato il tema: “Lo spazio dei conflitti: la Pianura Padana nelle tre guerre di indipendenza”. A questo autorevole studioso è stato conferito il riconoscimento dell’AIIG intitolato al geografo Giorgio Valussi.

La coordinatrice di produzione Susanna Sillano ha presentato il cortometraggio “L’ora di lezione” (finalista al Festival Piemonte Movie 2017), liberamente tratto da un libro di Massimo Recalcati (Edizioni Einaudi). I lavori sono stati un'occasione per festeggiare Laura Cassi (Università di Firenze), Gino De Vecchis (Presidente nazionale dell’AIIG, Univ. "La Sapienza" di Roma) e Carlo Brusa (Direttore della Rivista dell’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia “Ambiente Società Territorio”). Carlo Brusa, ordinario di Geografia presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’UPO, già professore ordinario all’Università di Macerata e docente a Torino, Parma e Milano, ha ricevuto una targa alla carriera consegnata dal Rettore Emanuel e dai geografi dell’Università del Piemonte Orientale una targa in segno di riconoscenza.

Data di pubblicazione: 
16/10/2017
Reportage: