Il CRIMEDIM supporta la creazione del nuovo Ospedale Temporaneo del Valentino a Torino

Il Centro di ricerca UPO ha partecipato alla scrittura dei protocolli sanitari di gestione del paziente e formato gli operatori sanitari

Con una capacità ospedaliera fino a 455 posti letto, l'Ospedale Temporaneo "Valentino" è una grande struttura sanitaria costruita celermente all'interno del V padiglione nel Parco del Valentino a Torino. Lo spazio, messo a disposizione dal Comune di Torino su richiesta dell’Unità di Crisi della Regione Piemonte e con la collaborazione della Prefettura di Torino, ospita 55 tensostrutture fornite dalla Croce Rossa (6), dalla Provincia autonoma di Trento (11) e dalla Regione attraverso la Protezione civile e la Maxiemergenza 118. Quest’ultima ha posizionato il Field Hospital Emt 2 (Emergency medical team), struttura unica in Italia e tra le sole quattro presenti in Europa. I 455 posti letto disponibili sono gestiti in forma integrata dalla Aou Città della Salute e dall’Asl Città di Torino, di cui 447 di degenza, sei di subintensiva e due di intensiva. Sono 350 quelli dotati di presa fissa per la distribuzione dell'ossigeno, mentre per i restanti saranno utilizzate le bombole portatili. Ogni tenda è dotata di rilevatori di fumo, sensori per la concentrazione di ossigeno e campanello di allarme visivo e sonoro. Nella prima fase ne sono attivi 100 e prestano servizio 15-20 medici, 24 infermieri, 48 operatori socio-sanitari, un tecnico di laboratorio e due amministrativi; una seconda fase prevede un'attivazione graduale dei posti letto con un impiego massimo di 40 medici, 90 infermieri, 200 Oss oltre a tecnici e amministrativi. Disponibile anche un laboratorio mobile con postazione radiologica ed ecografica per la visita dei pazienti. Installate macchine che provvedono al ricambio dell’aria due volte all'ora.

L'obiettivo di questa struttura sanitaria temporanea è quella di potenziare l’offerta di posti letto di degenza a bassa intensità di cura e dunque alleggerire la pressione sui reparti ospedalieri della Regione Piemonte.

Il CRIMEDIM (Centro UPO per la ricerca in medicina d'emergenza e dei disastri) ha fornito la propria assistenza nella scrittura dei protocolli sanitari di gestione del paziente e ha svolto la formazione di oltre 100 operatori sanitari in soli due giorni utilizzando diverse stazioni di addestramento e scenari di simulazione al fine di trasmettere le competenze necessarie per svolgere in sicurezza l’attività clinico-assistenziale all'interno della struttura sanitaria.

Il CRIMEDIM rimarrà a disposizione per i prossimi interventi formativi e sarà un supporto esperto alle attività gestionali.

Data di pubblicazione: 
24/11/2020
Reportage: