Il professor Luigi Panza alla guida del Consorzio IBIS

Il cluster della chimica novarese coinvolge, oltre ai tre atenei piemontesi, 13 imprese del settore e molti enti istituzionali del territorio.

Il professor Luigi Panza, professore di Chimica organica del Dipartimento di Scienze del farmaco UPO, è stato eletto alla Presidenza del Consorzio IBIS (Innovative BIo-based and Sustainable products and processes, sito Web) che dal 2009, a Novara, svolge la funzione di aggregazione e coordinamento delle principali realtà chimiche locali. Il professor Giovanni Battista Giovenzana, docente di Chimica generale e inorganica anch'egli afferente al DSF, è stato eletto membro del Consiglio Scientifico del Consorzio IBIS.

Sino al gennaio 2016 il Consorzio IBIS ha gestito il “Polo di Innovazione della Chimica Sostenibile”, uno dei 12 Poli di Innovazione individuati da Regione Piemonte in relazione alle specifiche vocazioni tecnologiche di ciascun territorio, tra loro complementari e legati da stretti rapporti di collaborazione. Dal febbraio 2016 IBIS è co-gestore del Polo di Innovazione piemontese CGREEN (Green Chemistry and Advanced Materials), una delle 7 strutture co-finanziate da Regione Piemonte attraverso contributo del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) nell’ambito del POR 2014-2020 con l’obiettivo di consentire alle imprese orientate all’innovazione di accedere a infrastrutture e servizi ad alto valore aggiunto e a finanziamenti per la ricerca e innovazione. 

Il Consorzio riunisce attualmente 13 imprese, Università del Piemonte Orientale, Politecnico di Torino e Università di Torino, l’ITI Omar di Novara e la Provincia di Novara; ha sede presso l’Associazione Industriali di Novara e sede operativa presso la struttura della Fondazione Novara Sviluppo sita nel quartiere di Sant’Agabio a Novara.

Data di pubblicazione: 
05/03/2019
Reportage: