Il Progetto Comuniterrae tra i progetti con il marchio dell'Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018

“Comuniterrae” è un neologismo che accomuna due elementi fondamentali per l’esistenza del patrimonio culturale: comunità e territorio.

Il progetto Comuniterrae – promosso e organizzato da Università del Piemonte Orientale, ARS.UNI.VCO e Parco Nazionale Val Grande – è ufficialmente tra i progetti che possono fregiarsi del marchio dell’anno europeo del patrimonio culturale 2018 e dello slogan ufficiale “Il nostro patrimonio: dove il passato incontra il futuro”.

“Comuniterrae” è un neologismo che accomuna due elementi fondamentali per l’esistenza del patrimonio culturale: comunità e territorio. Ed è proprio a questi due elementi che si ispira il progetto, volto a creare un “Ecomuseo delle Terre di Mezzo”, ovvero quella fascia di territorio a metà tra fondovalle e aree ad alta quota, coinvolgendo gli abitanti di dieci comuni verbanesi (Trontano, Beura Cardezza, Vogogna, Premosello Chiovenda, San Bernardino Verbano, Cossogno, Miazzina, Intragna, Caprezzo e Aurano).

L’obiettivo principale del progetto è quello di promuovere la conoscenza e la valorizzazione del patrimonio locale dei territori coinvolti attraverso il ruolo attivo delle comunità locali; responsabile scientifica è la professoressa Stefania Cerutti, docente di Geografia economico-politica dell’UPO.

«Non posso che esprimere una grandissima soddisfazione per il riconoscimento ottenuto – ha voluto sottolineare la prof.ssa Cerutti – Potersi fregiare del marchio dell’anno europeo del patrimonio culturale significa farsi conoscere al di fuori dei confini locali e al contempo continuare il lavoro di rilettura culturale e sociale delle proprie valenze e risorse, facendo così rivivere storie e geografie del passato. Questa credo sia la strada per far rivivere storie e geografie del passato, innovandole e guardando ad un futuro che oggi prende slancio e forza propositiva grazie a questo riconoscimento».

L’iniziativa rientrerà a breve nel calendario italiano dell’Anno europeo pubblicato sul sito www.annoeuropeo2018.beniculturali.it

Il progetto Comuniterrae, parallelamente alle iniziative progettuali previste che proseguiranno fino al 31 luglio, sarà presentato in occasione dei seguenti appuntamenti accademici:

- Il convegno internazionale “La montagna che produce. Paesaggi, attori, flussi e prospettive”, organizzato dallo IUAV di Venezia il 21-23 giugno;

- Il convegno nazionale “Territori spezzati”, organizzato dall’Università di Siena il 24-26 maggio;

- il seminario “Italian Mountain Lab”, organizzato dal gruppo di lavoro composto da UPO, Università della Tuscia e Università della Montagna, a Domodossola il 18 maggio.

Per ulteriori informazioni, è a disposizione la segreteria di ARS.UNI.VCO: Federica Fili (340.340.28.10; federica.fili@univco.it).

Data di pubblicazione: 
05/03/2018
Reportage: