Sgomento per la tragica situazione di Ahmadreza Djalali

Secondo l'agenzia iraniana ISNA la sentenza di morte che pesa sul nostro ex ricercatore potrebbe essere eseguita il prossimo 21 maggio

Apprendiamo dall’agenzia iraniana ISNA, ripresa da alcune testate, che la sentenza di morte per il nostro ex ricercatore Ahmadreza Djalali potrebbe essere eseguita il 21 maggio. Sgomenti per il ritorno di questo incubo, rafforziamo tutte le iniziative, mai abbandonate, per chiedere con forza la liberazione di Ahmad. Il rettore Gian Carlo Avanzi sta risollecitando tutti i canali istituzionali per dare nuova linfa alla rete di solidarietà.

Data di pubblicazione: 
04/05/2022
Reportage: 

Condividi su: