Le parole della crisi, le politiche dopo la pandemia

Pubblicata la "Guida non emergenziale al post-Covid-19"; tra i contributi anche quello di Massimo Cavino

È stato recentemente pubblicato il volume "Le parole della crisi, le politiche dopo la pandemia - Guida non emergenziale al post-Covid-19", a cura di Massimiliano Malvicini, professore a contratto di Istituzioni di Diritto pubblico presso il Dipartimento di Studi per l'Economia e l'Impresa e l’Università di Torino e vice-presidente del CEST-Centro per l'Eccellenza e gli Studi Transdisciplinari; Tommaso Portaluri, Innovation Manager alla IN Srl e presidente del CEST; Alberto Martinengo, ricercatore in Filosofia teoretica alla Scuola Normale Superiore di Pisa.

Lo scorso 11 marzo l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato il Covid-19 una pandemia. Molti paesi hanno conseguentemente adottato o inasprito le misure di contenimento della mobilità e la sospensione delle attività produttive. Inevitabilmente, la crisi ha coinvolto la sfera economica, quella sociale, il mondo culturale e l’ambito politico-istituzionale.

Il CEST – Centro per l’Eccellenza e gli Studi Transdisciplinari, come associazione di studenti, dottorandi e giovani ricercatori, con diversi background, ha proposto un volume che analizza, in chiave transdisciplinare, la pluralità dei possibili effetti dell’emergenza in corso e indica alcune linee direttrici per immaginare la sua gestione nei prossimi mesi, mediante un approccio specifico e originale: il libro è infatti il frutto della collaborazione tra giovani studiose e studiosi e figure autorevoli del dibattito culturale italiano e internazionale.

Tra i contributi anche quello del professor Massimo Cavino, ordinario di Istituzioni di Diritto pubblico e direttore del DISEI di Novara.

Data di pubblicazione: 
06/10/2020
Reportage: