Luigi Battezzato con la sua "Ecuba" alle celebrazioni per i 50 anni dei classici di Cambridge

Il 12 febbraio il grecista del Dipartimento di Studi umanistici ha presentato la sua edizione del dramma di Euripide

Luigi Battezzato, docente presso il corso di studi in Lettere del Dipartimento di Studi umanistici dell'UPO, ha partecipato a Cambridge, il 12 febbraio, alle celebrazioni per i cinquant’anni e i cento titoli pubblicati della serie Cambridge Greek and Latin Classics. La sua edizione critica commentata dell’Ecuba di Euripide (pagina Web) è stata pubblicata proprio in questa serie nel gennaio 2018. «Ho presentato e discusso l’ultima versione del libro con gli studenti del mio corso di Letteratura greca a Vercelli e ad Alessandria l’anno scorso», spiega Luigi Battezzato, «e le loro osservazioni sono state preziose per le ultime revisioni».

L’Ecuba è stato uno dei drammi greci più letti dall’antichità al Rinascimento, e ha attirato generazioni di lettori per il suo trattamento inquietante dei temi della vendetta e della guerra. Il dramma racconta la morte dei figli di Ecuba: la morte di Polissena, sacrificata dai greci per poter ritornare in patria dopo la conquista di Troia, e quella di Polidoro, ucciso per avidità dal re che doveva proteggerlo. Racconta anche di come Ecuba, vecchia e ridotta in schiavitù, riesce ad attirare con un inganno l’omicida, ad accecarlo e uccidere i di lui figli. La tragedia guida il pubblico a provare simpatia per Ecuba, una simpatia mista a orrore di fronte alla sua crudele vendetta. Shakespeare, nell’Amleto, presenta la capacità dell’attore di emozionarsi per le sofferenze di Ecuba come l’esempio essenziale della capacità del teatro di far immedesimare pubblico e attori nei personaggi.  Numerosi registi contemporanei hanno messo in scena l’Ecuba, presentandola come esempio delle sofferenze dei vinti nelle guerre del mondo di oggi.

L’edizione commentata contiene nuove proposte filologiche e interpretative e utilizza strumenti concettuali della linguistica contemporanea. La serie Cambridge Greek and Latin Classics è una delle più prestigiose nel campo degli studi classici e ciò la rende assai utilizzata come testo di riferimento da studiosi e studenti universitari di tutto il mondo.

Luigi Battezzato, professore di Letteratura Greca presso l’Università del Piemonte Orientale, è autore di numerosi studi, pubblicati su riviste italiane e internazionali, di traduzioni italiane delle Coefore di Eschilo (BUR 1995) e dell’Ecuba di Euripide (BUR 2010); ha pubblicato le monografie Il monologo nel teatro di Euripide (Pisa 1995), Linguistica e retorica della tragedia greca (Roma 2008).

Data di pubblicazione: 
12/02/2018
Reportage: