Nasce ALPSTREAM. All'inaugurazione sotto il Monviso anche il rettore Avanzi

Il 9 maggio è stato inaugurato a Ostana il Centro che riunisce UPO, UNITO e POLI e che mira a salvaguardare le nostre risorse idriche

Una giornata di pieno sole ha impreziosito l’inaugurazione del Centro per lo Studio dei Fiumi Alpini (ALPSTREAM), svoltasi a Ostana il 9 maggio scorso. All'inaugurazione del centro — finanziato all'interno di un Progetto INTERREG ALCOTRA su iniziativa del professor Stefano Fenoglio, professore associato di Ecologia presso il DISIT UPO — ha partecipato anche il rettore dell’Università del Piemonte Orientale, professor Gian Carlo Avanzi. Oltre 120 persone hanno raggiunto per l’occasione il piccolo comune montano ai piedi del Monviso: non solo studenti ma tecnici delle ARPA, dell’Amministrazione regionale e provinciale, Carabinieri forestali, personale di numerosi Parchi, Musei, Associazioni ed Enti locali a testimoniare la primaria vocazione del Centro, quella di essere un vero e proprio riferimento e supporto per la gestione del territorio e la tutela ambientale.

«Il Piemonte è una terra ricchissima di fiumi alpini – spiega il professor Fenoglio – e in genere montani, presenti in ogni nostra provincia e sempre più minacciati da fattori che agiscono a scala globale (come il cambiamento climatico) e locale (come le alterazioni di natura antropica). Questa struttura nasce proprio per far fronte all’esponenziale crescita di interesse verso una gestione sostenibile delle risorse idriche, che affianchi tutela degli ecosistemi, gestione ambientale e sviluppo compatibile. Infatti, considerando che preservare la qualità dei sistemi fluviali alpini significa essenzialmente preservare la qualità e la quantità dell’acqua, risorsa che sarà sempre più importante e limitata in futuro, appare prioritario aumentare le nostre conoscenze relative a questi complessi ma fragili sistemi.» Per questo motivo, l’Università del Piemonte Orientale, l’Università degli Studi di Torino e il Politecnico di Torino e il Parco del Monviso si sono impegnati nella realizzazione dell'Alpine Stream Research Center - ALPSTREAM, unico nel progetto e nelle finalità, che sta già diventando un punto di riferimento per chiunque si occupi dei problemi legati alla gestione, conservazione e sistemi fluviali.

Il Centro, progettato e gestito per l'UPO dal professor Stefano Fenoglio, vede come nucleo iniziale l’allestimento di un laboratorio e la messa a punto di aule didattiche di diversa capienza, con annessa foresteria per ospitare gli studenti. Il progetto del Centro è stato recentemente finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR), Programma Interreg Alcotra 2014-2020, Progetto EcO del Piter Terres Monviso, per un ammontare complessivo prossimo ai 250mila Euro.

La cerimonia di inaugurazione è avvenuta nell’ambito del XV Incontro dei Dottorandi e Giovani Ricercatori della Società Italiana di Ecologia, , svoltosi proprio a Ostana dall’8 al 10 maggio 2019, con la partecipazione di una quarantina di ragazzi provenienti da tutta Italia.

Data di pubblicazione: 
13/05/2019
Reportage: