NUTRAcore: il nuovo network che svilupperà ingredienti e alimenti salutistici

La collaborazione tra imprese e università si focalizza sullo sviluppo di ingredienti innovativi con connotazione salutistica per la formulazione di nuovi alimenti, alimenti arricchiti ed integratori alimentari

È da poco attivo il nuovo progetto NUTRAcore, Progetto Piattaforma finanziata da fondi Europei per lo Sviluppo Regionale nell’ambito del piano POR-FESR 2013-2020 (Bando Bioeconomia), che in trenta mesi porterà allo sviluppo di nuovi ingredienti salutistici ed alimenti “funzionali”, utilizzabili anche da categorie di consumatori “sensibili” (in particolare anziani e bambini in età scolare). Il progetto interdisciplinare, che porta più di 600.000 Euro al Piemonte Orientale e che coinvolge tre Atenei Piemontesi (UPO, Università di Torino e Politecnico), WUR (Wageningen University and Research, The Netherlands) e 12 fra grandi e piccole-medie Aziende del territorio Piemontese, è coordinato industrialmente da Ponti SpA, mentre il coordinamento scientifico spetta al Dipartimento di Scienze del Farmaco dell'UPO e all'unità di Chimica degli Alimenti.

L’interazione fra quattro dipartimenti UPO (DSF, Dipartimento di Scienze della salute, Dipartimento di Studi per l’economia e l’impresa a Novara, Dipartimento di Scienza e innovazione tecnologica ad Alessandria) sarà forte e continua, assicurando – insieme agli altri gruppi di ricerca di altri Atenei – un’interfaccia attiva con le Aziende e lo sviluppo delle ricerche.

L’idea base del progetto NUTRAcore è focalizzata sullo sviluppo di ingredienti innovativi con connotazione salutistica per la formulazione di nuovi alimenti, alimenti arricchiti e integratori alimentari, utilizzabili sia nell’alimentazione corrente sia in quella specialistica (oltre che utilizzabili nel settore del “vending”, di particolare interesse e critico per il settore della refezione in età scolastica).

Gli ingredienti salutistici che si intendono sviluppare (ricchi in proteine, addizionati di vitamine, ricchi in fibra, preparati con miscele di oli caratterizzate da un corretto rapporto omega 6/omega 3, preparati con ingredienti derivati da legumi e altre matrici “gluten free”) e “smart” (come ingredienti “intelligenti” microincapsulati, finalizzati a veicolare composti in grado di agire modificando la risposta ormonale per ridurre la sensazione di appetito) saranno inizialmente caratterizzati sotto il profilo chimico-nutrizionale, quindi utilizzati in alcuni studi “in vivo” su uomo, fondamentali per comprendere a livello metabolomico la loro reale “funzionalità”. Paste fresche e secche modificate con ingredienti salutistici, nuove bevande funzionali, barrette dedicate anche al settore del vending, prodotti da forno dolci e salati di nuova connotazione, condimenti dal profilo “salutistico” saranno i prodotti finali sviluppati (sempre a livello pilota pre-competitivo, come richiesto dal Bando) che in futuro saranno driver di innovazione nella produzione “scalata” a livello industriale, aprendo nuovi mercati e, si spera, nuove possibilità per le Aziende coinvolte.

Data di pubblicazione: 
04/02/2020
Reportage: