Riconoscimento editoriale per la ricerca botanica del DiSIT

L'uso di funghi micorrizici arbuscolari consente di ridurre l'utilizzo di feritlizzanti nocivi aumentando la produttività dei terreni.

Il gruppo Editoriale Springer Nature ha avviato l’iniziativa Change the World, One Article at a Time, chiedendo agli editor delle sue riviste scientifiche di segnalare i risultati scientifici pubblicati nel 2017 che ritengono capaci di avere un impatto sui più pressanti problemi della società.

Un articolo dei gruppi di ricerca di Botanica e Microbiologia del DiSIT (a firma di Elisa Bona, Simone Cantamessa, Nadia Massa, Paola Manassero, Francesco Marsano, Andrea Copetta, Guido Lingua, Giovanni D’Agostino, Elisa Gamalero, Graziella Berta), intitolato “Arbuscular mycorrhizal fungi and plant growth-promoting pseudomonads improve yield, quality and nutritional value of tomato: a field study” e pubblicato sulla rivista Mycorrhiza, è stato scelto con la seguente indicazione: «La ricerca applicata conferma che i funghi micorrizici arbuscolari possono essere utilizzati per ridurre la fertilizzazione inorganica e migliorare la resa in produzioni commerciali in pieno campo».

Link all’articolo (accessibile liberamente dalle strutture di ateneo).

 

Data di pubblicazione: 
03/07/2018
Reportage: