UPO partner del progetto TechLa, vincitore di un grant Erasmus+

Il progetto internazionale, coordinato per l’Ateneo dalla prof.ssa Bianca Gardella Tedeschi permetterà a un gruppo di studenti di affrontare temi legati al diritto e alle nuove tecnologie attraverso il metodo del learning by doing.

Il progetto europeo interuniversitario TechLa (Future Tech Law Clinics) si è aggiudicato un grant Eramsus+. Si tratta di un progetto triennale che unisce diritto e nuove tecnologie, realizzato da una cordata di atenei coordinati dall'Università di Lione (Francia) e di cui fanno parte l'Università del Piemonte Orientale, l'Università Radboud di Nimega (Paesi Bassi), l'Università Cattolica di Lione (Francia), l'Università di Cracovia (Polonia) e l'Università di Lodz (Polonia).

Lo scopo del progetto – che per l’Università del Piemonte Orientale è coordinato da Bianca Gardella Tedeschi, docente di Diritto privato comparato presso il Dipartimento di Studi perl’Economia e l’Impresa di Novara – è quello di coinvolgere gli studenti in una serie di attività di "learning by doing", su temi che si collocano tra diritto e tecnologia. TechLa coinvolge non solo istituzioni accademiche, ma anche una rete di tribunali nazionali, ordini forensi, studi legali e imprese tecnologiche, e si baserà su alcuni case study, affrontando le sfide legali delle nuove tecnologie.

Diverse squadre di studenti - nell'ambiente di un tribunale simulato - condurranno ricerche e prepareranno difese scritte e orali; il coinvolgimento di aziende tecnologiche di alto profilo garantirà uno stretto collegamento con la realtà del settore. Ogni anno, il progetto culminerà in una "scuola", che riunirà gli studenti con i diversi partner "esterni".

TechLa prenderà il via a settembre e durerà fino ad agosto 2022; sono numerosi i partner italiani che hanno aderito al progetto: la Camera Arbitrale del Piemonte; lo Studio Legale Battaglini – De Sabato; l’avv. Piero Pollastro, presidente dell'Ordine degli avvocati del Foro di Novara; l’avv. Marco Venturello, specialista in Diritto della Proprietà intellettuale e Diritto delle nuove Tecnologie; l’azienda Reios, una start up incubata presso Enne3, che si occupa di sistemi di illuminazione smart a led di ultima generazione.

Data di pubblicazione: 
31/07/2019
Reportage: