Attivato al DIGSPES un centro di raccolta di medicinali da destinare alla popolazione ucraina

L'iniziativa è del DIGSPES insieme all'Associazione Proteggere Insieme

Il Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze politiche, economiche e sociali, tramite l'Associazione Proteggere Insieme, partecipa alla raccolta di beni da inviare alla popolazione Ucraina.

Tra le richieste più urgenti c'è sicuramente quella di farmaci; per questo è stata avviata una raccolta straordinaria. Di seguito la lista dei farmaci necessari e del punto di raccolta presso il quale possono essere portati.

  • Antibiotici orali, iniettabili e in crema
  • Antinfiammatori/ antidolorifici: orali, iniettabili e creme
  • Antipiretici: orali e iniettabili
  • Antiemorragici
  • Adrenalina con temperatura di conservazione 25 gradi
  • Antiipertensivi/vasodilatatori orali, iniettabili e transdermici
  • Anti-colesterolo (statine)
  • Anestetici iniettabili
  • Antiaggreganti
  • Antiemetici orali  e iniettabili
  • Antistaminici
  • Antispastici gastroenterici, urinari, orali, iniettabili
  • Broncodilatatori e cortisonici spray
  • Cortisonici: orali e iniettabile
  • Disinfettanti: soluzione a base di iodopovidone, acqua ossigenata, alcool, soluzioni a base di clorexidina
  • Diuretici orali/iniettabili
  • Decongestionanti nasali/ prodotti per raffreddamento
  • Farmaci per la tiroide
  • Fluidificanti orali
  • Gastroprotettori e antiulcera (es. gaviscon, pantoprazolo)
  • Ipoglicemizzanti orali
  • Integratori per malnutrizione
  • Prodotti ginecologici (lavande, ovuli, pomate)
  • Soluzioni da perfusione (fisiologica, glucosio, calcio gluconato, ringer, magnesio solfato
  • Strumentario vario: forbici/pinze/portaaghi. Materiale da sutura steristrip
  • Siringhe
  • Garze medicate e pomate per ferite e ustioni
  • Garze sterili, bende di cotone ed elastiche, ovatta

Come raccogliere e consegnare ai punti di raccolta:

  • Privilegiare le donazioni di farmaci integri che possono essere inviati subito;
  • Se non sono in confezioni chiuse e sigillate, devono essere controllati accuratamente e sempre messi in scatole;
  • La scadenza deve essere almeno nel 2023; er i farmaci da spedire all’estero, infatti, la scadenza non dovrebbe essere inferiore ai sei mesi dall’invio;
  • Lo stato di conservazione (per es. che la confezione non sia venuta a contatto con umidità);
  • Nel caso di confezioni di liquidi quali ad es. sciroppi, gocce, gocce oftalmiche, soluzioni per infusione e spray, come anche tutte le creme, qualora fossero state già aperte non si possono utilizzare, indipendentemente dalla validità della scadenza e dalle condizioni;
  • Si raccomanda di tenere i farmaci in un luogo asciutto e a una temperatura non superiore ai 24 gradi;
  • Non raccogliere farmaci che vanno tenuti in frigo (per es. l’insulina) perché non si può garantire l’integrità del farmaco.

Il centro di raccolta è stato collocato a Palazzo Borsalino (via Cavour 84), nell'atrio nei pressi della Portineria.

 

Data di pubblicazione: 
16/03/2022
Reportage: 

Condividi su: