Prorogate al 6 aprile le Linee Guida del Comitato Regionale di Coordinamento delle Università

Il Decreto legge n. 29 del 12 marzo 2021 lascia invariate le Linee Guida

Il Decreto legge n. 29 del 12 marzo 2021 lascia invariate le Linee Guida del Comitato Regionale di Coordinamento delle Università (pubblicate sul sito lo scorso 5 marzo).

Pertanto dal 15 marzo al 6 aprile sono in vigore le seguenti disposizioni:

  • Le lezioni in presenza sono sospese e sostituite con modalità a distanza. I docenti devono effettuare la didattica presso studi o aule nei propri Dipartimenti, per garantire le migliori connessioni e l’assistenza tecnica necessaria.
  • Gli esami (scritti e orali) residuali della sessione invernale avverranno in presenza.
  • Le lauree e le relative proclamazioni avverranno a distanza. Le prove pratiche delle lauree abilitanti delle professioni sanitarie saranno svolte in presenza.
  • Le attività di laboratorio didattiche e di ricerca si svolgeranno in presenza.
  • I tirocini/stage interni si svolgeranno in presenza.
  • Tirocini e stage di studenti e laureati esterni all’Ateneo  potranno svolgersi in presenza nel rispetto dei protocolli di prevenzione e sicurezza attuati dagli enti ospitanti 
  • Le attività formative per i medici in formazione specialistica e per i tirocinanti delle professioni sanitarie potranno essere svolte in presenza con le modalità attualmente in vigore.
  • Le attività relative ai corsi di master universitario e ai corsi di perfezionamento si svolgeranno in presenza.
  • I servizi bibliotecari si svolgeranno in presenza per le attività di consultazione e di prestito.
  • Le sale studio sono gestite dall’Ente per il diritto allo studio, pertanto si dovrà fare riferimento alle specifiche comunicazioni che l’Ente fornirà per la gestione delle medesime.
  • Il ricevimento degli studenti potrà avvenire in presenza dietro prenotazione.
  • Per quanto riguarda le attività lavorative del Personale Tecnico Amministrativo il Direttore Generale applicherà quanto disposto dal Decreto Legge n. 29 del 12 marzo 2021.

Si ricorda inoltre che l’istituto del lavoro agile non è applicabile al personale docente universitario, nemmeno per quanto prevede l’art. 22 del D.L. 28 ottobre 2020, n. 137; pertanto le attività dei professori, dei ricercatori e del personale docente a contratto dovranno essere effettuate in presenza.

Tutte le attività in presenza dovranno rispettare rigorosamente i protocolli di prevenzione e sicurezza. 

Data di pubblicazione: 
13/03/2021
Reportage: