L’UPO rappresenterà il settore della Chimica degli Alimenti in Europa per altri tre anni

Il professor Marco Arlorio, del Dipartimento di Scienze del Farmaco UPO, confermato alla presidenza della divisione fino a tutto il 2020

In occasione del XIX Congresso europeo di Chimica degli Alimenti (EuroFoodChem XIX Conference) tenutosi dal  4 al 6 Ottobre 2017 a Budapest, Ungheria, durante lo svolgimento dell’Executive Board della Food Chemistry Division di EuCheMS (uno dei suoi network professionali, che riguarda in particolare la chimica degli alimenti nell’ambito della Associazione europea per le scienze chimiche e molecolari, raggruppante tutte le Società Chimiche nazionali europee) il Prof. Marco Arlorio, docente di Chimica degli Alimenti ed afferente al Dipartimento di Scienze del Farmaco dell’UPO, è stato confermato alla presidenza della divisione fino a tutto il 2020. “E’ stata una soddisfazione che, oltre all’ambito personale ed alla ricaduta positiva sulla credibilità del gruppo di ricerca di Chimica degli Alimenti del DSF a Novara, mi rende felice per essere un potente mezzo di divulgazione del “brand” del nostro Ateneo” confessa il Prof. Arlorio, dal 1 Gennaio 2018 membro anche dell’Executive Board di EuCheMS come “rappresentante votato” selezionato fra i Chair delle varie Divisioni. “L’UPO vedrà organizzare sul territorio alcuni eventi internazionali: a fine primavera 2018, ad esempio, la nostra Divisione organizzerà  la prima “Advanced School in Food Chemistry” che porterà studenti PhD da tutta Europa in Piemonte, a Novara” aggiunge.

La Food Chemistry Division nelle sue “mission” si occupa, oltre che di organizzazione di Congressi internazionali e di azioni legate alla didattica avanzata, di lobby a livello internazionale, interfacciandosi con altre associazioni e Board scientifici (ad esempio l’ Associazione Europea dei Tecnologi Alimentari, EFFoST, il SAFE Consortium, l’ILSI e la FAO) e con la Commissione Europea stessa, rappresentando una voce autonoma tecnico-scientifica attiva nel settore della qualità e della sicurezza degli alimenti (http://www.euchems.eu).

Data di pubblicazione: 
11/12/2017
Reportage: