Tracey Pirali Novarese dell'anno

La docente di chimica farmaceutica è stata premiata lo scorso 19 gennaio

"La scelta più coraggiosa non è partire cercando situazioni più facili, ma restare qui e costruire qualcosa sentendosi nello stesso tempo novaresi e cittadini del mondo". Con queste parole Tracey Pirali, docente di chimica farmaceutica del Dipartimento di Scienze del Farmaco, ha ricevuto il premio di Novarese dell'anno lo scorso 19 gennaio, presso il teatro Faraggiana. Insieme a lei sono stati premiati l'imprenditore Francesco Martelli e il presidente di Piccola Industria e vicepresidente di Confindustria Carlo Robiglio.

Insieme a loro cinque studentesse del Liceo Antonelli hanno ricevuto un premio speciale dal Rotary Club per la creazione di una app che ha vinto un concorso nazionale indetto da Samsung.

Nata a Borgomanero la professoressa Pirali si è laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche e addottorata in Scienza delle Sostanze Bioattive presso l’Università del Piemonte Orientale. Dopo un’esperienza di ricerca presso il CNRS di Gif-sur-Yvette (Parigi) sotto la guida del prof. Jieping Zhu, nel 2008 è diventata rricercatrice in Chimica Farmaceutica presso il dipartimento di Scienze del farmaco di Novara. Attualmente è professore associato in Chimica Farmaceutica e il suo principale interesse di ricerca è la progettazione e la sintesi di composti biologicamente attivi attraverso reazioni multicomponente e click chemistry, in modo particolare nel campo di indoleamina 2,3-diossigenasi, canali TRP e Store Operated Calcium Entry, accanto alla scoperta di nuove reazioni mediate dal benzino.  

Data di pubblicazione: 
21/01/2019
Reportage: