Un nuovo hub per ricerca e formazione nella cornice di Villa San Remigio

Siglato a Verbania l’accordo tra Comune e Università per valorizzare in chiave formativa la prestigiosa struttura che domina il lago Maggiore

Villa San Remigio a Verbania diverrà presto un nuovo hub per le attività formative dell’Università del Piemonte Orientale. Lo stabilisce un accordo siglato il 24 ottobre 2019, proprio a Villa San Remigio, dal sindaco della Città di Verbania, la professoressa Silvia Marchionini, e il rettore dell’UPO, il professor Gian Carlo Avanzi.

L’accordo che lega Comune di Verbania e UPO prevede l’uso esclusivo di alcune porzioni della struttura (piano interrato, piano nobile, primo e secondo piano) da parte dell’Ateneo con la formula giuridica del subcomodato – l’edificio continuerà ad essere di proprietà della Regione Piemonte – e avrà una durata trentennale.

Le attività dell’Ateneo faranno di Villa San Remigio un luogo sperimentale di dialogo e innovazione in una cornice paesaggistico-ambientale che sarà di stimolo allo sviluppo di partnership e reti con le istituzioni e le forze economiche, culturali e imprenditoriali a livello locale, nazionale e internazionale. L’accordo, inoltre, risponde alla logica che distingue il cosiddetto Opencampus dell’Università del Piemonte Orientale nel panorama universitario italiano, caratterizzato da un policentrismo che si declina in territorialità diffusa, pluralità e varietà, come punto di forza per l’Università, per i suoi studenti e laureati e per i territori stessi.

Per rendere pienamente operativa Villa San Remigio saranno necessari interventi di riqualificazione, al primo e al secondo piano, che verranno sostenuti dall’Università del Piemonte Orientale tenendo conto dei vincoli regionali che tutelano gli arredi storici che sono parte integrante della Villa. Saranno a carico dell’UPO anche i costi per la manutenzione dell’edificio negli anni a venire, mentre al Comune spetterà la vigilanza, il mantenimento e il controllo sulle aree esterne.

Data di pubblicazione: 
28/10/2019
Reportage: