Il saluto commosso dell'Ateneo alla professoressa Maria Giovanna Prat

Era stata professoressa ordinaria di istologia presso il DISS e responsabile del Corso di laurea di Biotecnologie per molti anni

L'11 settembre 2022 è mancata all'affetto dei suoi cari Maria Giovanna Prat, già professoressa ordinaria di Istologia presso il Dipartimento di Scienze della salute dell'Università del Piemonte Orientale.

L'Università del Piemonte Orientale si stringe ai familiari della professoressa Prat in questo momento di grande dolore.

Riportiamo di seguito alcune frasi del ricordo che la professoressa Antonia Follenzi, anche a nome dei colleghi dei Dipartimenti UPO in cui la professoressa Prat ha lavorato per oltre venti anni, ha pronunciato durante i funerali che si sono svolti il 14 settembre a Torino.

 

 

Maria Prat ha amato la sua professione di ricercatrice di istologia e di embriologia. Ha sempre avuto un interesse genuino e appassionato per la ricerca e in particolare per lo studio dei meccanismi molecolari che regolano la trasformazione cancerosa delle cellule. È stata una pioniera nello sviluppo degli anticorpi monoclonali e negli ultimi anni si appassionata per le possibilità di ricerca nate grazie alle nanotecnologie. La sua partecipazione alla vita scientifica era attenta e aperta; partecipava ai seminari di ricerca e ai progetti con molto entusiasmo coinvolgendo i tanti giovani che ha formato negli anni, sempre in una prospettiva di crescita per le nuove generazioni nell'ambito di questa professione. In particolare, non posso dimenticare il suo impegno come presidente del corso di laurea di Biotecnologie e di come si sia prodigata, negli anni, per mettere sempre al centro del suo lavoro la formazione degli studenti.

Ho un ricordo recente che non dimenticherò con facilità: meno di due settimane fa in ospedale eravamo entrambe chine sul suo nuovo tablet per completare lettere di referenza per suoi ex studenti, che a breve parteciperanno ai concorsi di dottorato o di specialità in giro per l’Italia. Mi ha sempre colpito la sua instancabile attenzione nell'aiutare tutti "i suoi ragazzi"!

Tutti i colleghi negli anni sono stati impressionati dalla vastità degli argomenti di cui si poteva discorrere con lei, in Università o in treno, in viaggio per e da Novara. Il confronto con Maria è sempre stato dialettico, arricchente e stimolante ad ampio raggio. Aveva una grande passione per la montagna e amava viaggiare e raccontare le sue avventure.

Ci mancheranno molto la sua gentilezza e la sua determinazione nel lavoro che speriamo di ritrovare nei tanti studenti che ha formato in oltre vent'anni all’UPO. E ci mancheranno le sue favolose meringhe; Maria le preparava per ogni occasione di festa coinvolgendo tutti in laboratorio.

Grazie Maria! Un abbraccio da tutti noi!

 

Data di pubblicazione: 
12/09/2022
Reportage: 

Condividi su: