Il saluto del DISIT al professor Enrico Sappa

Esperto di Chimica e docente UPO sin dal 1998, ebbe un ruolo chiave per la nascita del Corso di laurea in Scienza dei materiali attivato a Novara e poi trasferito a Vercelli

Enrico Sappa, laureatosi in Chimica nel 1964, fin dai primi anni di attività all'Istituto di Chimica dell'Università di Torino ha votato la sua attività scientifica allo studio della reattività dei cluster dei metalli di transizione del gruppo VIII, acquisendo una padronanza nella sintesi, separazione e cristallizzazione che lo ha reso un punto di riferimento nel settore. Suoi infatti i capitoli su Comprehensive Organometallic Chemistry e la review che chiude la sua attività di pubblicazione, che con oltre 600 riferimenti bibliografici rappresenta un riferimento chiave per questi studi.

La sua attività scientifica consta di oltre 200 articoli, reviews e contributi a volumi, sviluppata fino all'ultimo con una costante attività sperimentale in laboratorio. Come nella vita, in cui amava vivere la montagna in modo solitario, anche nella professione era una persona schiva e riservata prediligendo poche ma consolidate e durature collaborazioni, come quelle con Antonio Tiripicchio e Giovanni Predieri, Giuliana Gervasio, Mario Castiglioni, Arthur J. Carty, Pierre Braunstein, Philippe King.

È stato parte dell'Università del Piemonte Orientale fino dalla costituzione nel 1998, iniziando già ad insegnare e a lavorare ad Alessandria dall'inizio degli anni '90 come seconda facoltà dell'Università di Torino, ed è stato un fortissimo promotore sia didattico che scientifico del corso di laurea in Scienza dei Materiali attivato presso la sede di Novara a partire dal 2001. La sua intensa attività didattico-scientifica si è protratta fino al 31 ottobre 2011.

Il ricordo di Enrico è tuttora vivo in Università tra chi lo ha avuto come collega e chi come insegnante; in tanti lo ricordano per le curiosità con cui sapeva, in modo simpatico e talvolta pungente, arricchire le lezioni. Questa capacità lo ha visto un forte divulgatore della Chimica attraverso una presenza assidua su TuttoScienze, inserto scientifico de La Stampa, e con la redazione di un libro, "Lo spirito ardente di Saturno - Storie di Chimica" che raccoglie in modo sapiente episodi della storia e li lega alla Chimica in modo avvincente e originale.

Forse, per chi lo ha conosciuto, saranno un ricordo della persona le parole con cui conclude l'introduzione del libro: Attenzione! Questo testo contiene alcuni congiuntivi che, sebbene indigesti, non sono né tossici né contagiosi. Per contro, il mio sense of humour può provocare allergie: nel caso, smettere immediatamente di leggere. In alternativa, una cura intensiva di esprit d'escalier.

Data di pubblicazione: 
26/11/2021
Reportage: 

Condividi su: