Le attività serali

Autori e collaboratori: Chiara Bisio, Giorgio Gatti

Saranno presentati una serie di esperimenti scientifici in cui si metterà in evidenza come la luce percepita dai nostri occhi sia solo una piccola porzione dello spettro elettromagnetico. Attraverso l'infrarosso e la regione dell'UV impareremo a "vedere" con occhi nuovi i materiali. La preparazione di pigmenti e la loro stesura su tessuti saranno a corollario per meglio capire il concetto di luce e colore. Ogni esperimento sarà preceduto da una breve presentazione dello stesso.

Durata: 60 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: B 330 - DiSIT
Autori e collaboratori: Barbara Azzimonti, Diletta Squarzanti

l nostro corpo è abitato! Il microbiota umano, costituito da un insieme di tantissimi microrganismi diversi che superano di gran lunga le nostre cellule, colonizza alcuni importanti nicchie di ciascuno di noi. La maggioranza vive da commensale e non è in grado di causare malattie, mentre una parte può essere o diventare pericolosa per la nostra salute causando le infezioni. Verrà organizzata una vera e propria “caccia al batterio”: i batteri colorati saranno mostrati al microscopio ottico e su specifici terreni colturali solidi in piastra. Verrà preparato un antibiogramma e verrà spiegato come questo ci aiuta a scegliere l’antibiotico più adatto quando e se necessario in corso di infezione. Verrà discusso il problema dell’antibiotico-resistenza e su come sia possibile contrastarla. I contenuti dell’intervento saranno spiegati attraverso l’ausilio di un poster preparato per l’occasione; a fine percorso verrà somministrato un questionario sotto forma di cruciverba.. Le attività svolte saranno miste: seminariali, interattive e di gioco.

Durata: 30 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: Sala Studio - DiSIT
Autori e collaboratori: Andrea Villa, Pieranna Scagliotti

La storia dell’occupazione italiana delle isole egee ebbe però inizio nella primavera del 1912 quando un corpo di spedizione italiano, nell’ambito della guerra di Libia, sbarcò nelle dodici isole delle Sporadi meridionali, oggi note come arcipelago del Dodecaneso. In seguito Benito Mussolini decise di ribattezzare l’arcipelago con l’altisonante nome di Possedimento Italiano dell’Egeo, trasformandolo di fatto in una colonia: la cosiddetta “colonia bianca”, ovvero l’unica colonia creata in territorio europeo. Dopo il 1936 le isole principali vennero militarizzate tramite la costruzione di aeroporti a Rodi e Kos e di una base navale a Leros, diventando così, nel corso del secondo conflitto mondiale, importanti centri strategici nel Mediterraneo orientale. La caduta del regime fascista e l’armistizio dell’8 settembre 1943 colsero di sorpresa migliaia di italiani, sia civili sia militari, residenti nel Possedimento. Buona parte scelse, nonostante la scarsità di mezzi, di lottare contro i nazisti fino alla propria sconfitta e alla deportazione nei lager in Germania o in Polonia. Dopo la caduta in mano tedesca di Rodi e di Kos (isola in cui i nazisti giustiziarono per rappresaglia un centinaio di ufficiali italiani), la guarnigione della base navale di Leros, rinforzata da un contingente di truppe inglesi, resistette per 52 giorni ai bombardamenti aerei nemici. Si tratta appunto dell’episodio di resistenza più lungo nella storia delle nostre forze armate, ai cui protagonisti è stato conferito il numero più alto di onorificenze e medaglie. Eppure questa storia è stata dimenticata, così come è stata dimenticata la deportazione via mare di migliaia di prigionieri italiani al porto ateniese del Pireo su vecchi mercantili. Numerose di queste navi affondarono a causa delle mine o delle tempeste, trascinando in fondo al mare circa 15.000 nostri militari, rinchiusi nelle stive dai tedeschi.

Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: Corridoio zona aule II piano - DiSIT
Autori e collaboratori: Alessio Giacomini, CUSPO

Presentazione dell'offerta sportiva del CUS Piemonte Orientale.

Durata: 60 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: Corridoio uffici 2° piano - lato scala E - DiSIT
Autori e collaboratori: Filippo Renò

Il bioprinting tridimensionale (3D) è l'utilizzo delle tecniche di stampa 3D per combinare cellule, fattori di crescita e biomateriali per fabbricare strutture che imitano al massimo le caratteristiche dei tessuti naturali. Attualmente, il bioprinting viene utilizzato per stampare tessuti e organi utilizzati per testare nuovi farmaci o nuove terapie come alternativa o evoluzione dei test animali. Il metodo di stampa maggiormente usato è il layer-by-layer in cui strati successivi di gel e cellule vengono depositati a creare l’architettura dei tessuti o degli organi desiderati. La recente esplosione della popolarità della stampa 3D testimonia la promessa di questa tecnologia e la sua profonda utilità nella ricerca e nella medicina rigenerativa. Inoltre, il bioprinting 3D ha iniziato a incorporare materiali (scaffold) per la creazione di strutture in grado di essere utilizzate per la rigenerazione di articolazioni e legamenti.

Durata: 30 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: Sala Studio - DiSIT
Autori e collaboratori: Davide Porporato, Gianpaolo Fassino

Nel quadro di un'ampia rilevazione del patrimonio gastronomico italiano sono stati indagati, come caso studio, i ravioli al plin: una pratica gastronomica popolare che ben evidenzia il nesso tra bricolage e creatività in cucina. Il caso di questi piccoli agnolotti, che un tempo si caraterizzavano come cibo della festa, del tempo eccezionale contadino, bene evidenzia la capacità creativa e ricombinatoria delle massaie delle colline del Piemonte meridinale che erano in grado di trasformare scarti e avanzi nel principale piatto festivo.

Durata: 30 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: B 201- DiSIT
Autori e collaboratori: Pietro Antonio Grassi

In definizione

Durata: 45 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: B 105 - DiSIT
Autori e collaboratori: Annalisa Chiocchetti (Presidente IRCAD) con Mattia Bellan, Nausicaa Clemente, Andrea Cochis, Domizia Vecchio, Federica Veronese (membri IRCAD YOUNGs)

1. “Ti sfido a duello”: rappresentazione teatrale di come il sistema immunitario scatena reazioni contro patogeni o sbagliandosi contro i propri tessuti (tutte le età- durata 15 minuti)

2. “Non rompere le scatole!”: esperienza fatta con scatole contenenti diversi materiali (caldo, freddo, solleticoso, doloroso) per stimolare i recettori cutanei responsabili della comunicazione fra esterno ed interno del corpo (bambini – durata a ciclo continuo).

3. “Se mi dai una mano, io ti do una mano”: mediante pressione della mano il reumatologo darà una valutazione sull’artrosi (adulti- durata a ciclo continuo)

4. “Guardiamoci dentro”: preparazione di uno striscio di sangue (murino) e sua colorazione. Osservazione di campioni di sangue da soggetti allergici e non (adulti) già preparati. Spiegazione su pannello di tessuti normali e patologici a confronto, di varie malattie autoimmuni (durata 15 minuti).

5. “Centra il bersaglio”: spiegazione intuitiva di come funziona il mimetismo molecolare con bersagli e occhiali colorati (bambini – ciclo continuo)

6. “Ci scusiamo per l’interruzione”: fili elettrici normali con la plastica o la parte del cavo rotta e spezzati per simulare la conduzione nervosa (tutte le età – ogni 10 minuti)

Durata: 60 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: Sala Studio - DiSIT
Autori e collaboratori: Alessio Bottrighi, Alessandro Barbaglia

I computer sono ovunque, ma non sono una presenza ingombrante e opprimente. Al contrario pur essendo una componente costante della nostra quotidianità facilmente li ignoriamo e ne dimentichiamo l’esistenza. Alessandro Barbaglia, scrittore, e Alessio Bottrighi, professore di informatica, in una alternanza di letture e riflessioni cercano un dialogo tra letteratura e scienza per svelare quando sia sottile questa loro invisibilità.

Durata: 90 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: B 102 - DiSIT
Autori e collaboratori: Francesco Della Corte, Luca Ragazzoni, Monica Linty, Marcelo Dell’Aringa, Marta Caviglia

In definizione

Durata: 10 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: Sala Studio - DiSIT
Autori e collaboratori: Francesca Boccafoschi

Saranno organizzate attività interattive sul tema dell’Anatomia Umana utilizzando manichini e strumenti informatici.

Durata: 30 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: Sala Studio - DiSIT
Autori e collaboratori: Marco Novarese

Attraverso un gioco i partecipanti ragioneranno sui fattori che determinano il benessere individuale; tra gli altri la ricchezza, la cultura, la creatività.

Durata: 20 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: B 203 - DiSIT
Autori e collaboratori: Nadia Barizzone, Gruppo del laboratorio di genetica

Verrà estratto il DNA dalla frutta utilizzando reagenti che possono essere acquistati al supermercato: detersivo per piatti e sale da cucina per la lisi delle cellule, succo d’ananas (per la lisi delle proteine). I bambini e i ragazzi (da 0 a 99 anni) potranno divertirsi a fare con le loro mani tutti i vari passaggi della reazione di estrazione, fino alla visualizzazione del DNA (grazie all’aggiunta di etanolo assoluto freddo). Poiché l’attività si colloca in un contesto medico, la frutta (probabilmente polpa di banana) potrebbe essere colorata artificialmente per simulare un campione di tessuto da analizzare.

Durata: 20 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: Sala Studio - DiSIT
Autori e collaboratori: Carmen Aina, Paolo Marzullo, Marco Invernizzi, Daniela Capello, Rita Carini, Annalisa Chiocchetti e Pier Luigi Ingrassia

Il processo di invecchiamento che interessa tutte le economie avanzate le spinge a concorrere non solo all’individuazione di stili di vita e modelli di comportamento in grado di innalzare il benessere della popolazione, ma anche a promuoverne l’adozione e diffusione. Questa iniziativa rientra nelle attività realizzate da Healthy Ageing Group (HAG), il cui obiettivo è proprio quello di promuovere politiche ed azioni propedeutiche ad un invecchiamento sano ed attivo della popolazione fondate sulle attività di ricerca, studio di best practice, definizione di linee guida coerenti con la massimizzazione del benessere psicofisico e socio-economico degli individui lungo l’intero arco della vita. Tra le varie iniziative, HAG si propone di trasformare l’Ateneo in Healthy Campus, ossia in un modello di campus universitario innovativo e sostenibile, in grado di recepire e dare attuazione alle indicazioni offerte dalla letteratura internazionale sul tema dell’Healthy Ageing. Tale progetto si andrà ad inserire nel quadro di un più ampio percorso di studio e definizione di linee guida per la promozione di una Healthy City, da contestualizzare nell’ambito dei diversi territori su cui insiste l’Ateneo, configurandosi come esempio tangibile del suo impegno sociale oltre che della sua partecipazione attiva nella ridefinizione dei processi di sviluppo, anche attraverso un coinvolgimento diretto delle strutture e del personale.

Durata: 120 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: Sala Studio - DiSIT
Autori e collaboratori: Valeria Faralla

L'attività prevede la somministrazione di un esperimento di economia comportamentale a tutti i visitatori della Notte dei Ricercatori che vorranno partecipare. A fine serata ci sarà una spiegazione del gioco-esperimento e un dibattito su razionalità e processi decisionali

Durata: 180 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: B 204 - DiSIT
Autori e collaboratori: Luca Benicchi

In definizione

Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: Corridoio 1° piano - zona laboratorio di lingue - DiSIT
Autori e collaboratori: Paolo Marzullo, Carmen Aina, Marco Invernizzi, Rita Carini, Annalisa Chiocchetti e Pier Luigi Ingrassia

Questa iniziativa rientra nel “progetto per l’invecchiamento sano” e supporta la priorità della salute e del benessere fisico, mentale e sociale della persona nella vita di tutti i giorni. Attraverso la ricerca e l’insegnamento, mira a promuovere in maniera didattica e accessibile la conoscenza della scienza del vivere bene e in maniera sana e sostenibile nell’ambiente in cui si cresce, si studia, si lavora, si vive e dove vengono praticate le proprie attività. L’iniziativa intende dimostrare che è facile e conveniente vivere in salute, e mediante la presentazione di aree tematiche sugli stili di vita, la corretta alimentazione e l’uso di cibi funzionali, il movimento, la cura dell’individuo e la prevenzione delle malattie, il coinvolgimento nelle attività, lo studio e il lavoro, la vita economica. Le sedi ideali di tali iniziative sono il Campus Universitario e la Città, dove la salute diventa bene collettivo da tutelare attraverso comportamenti basati sul rispetto reciproco. Tale obiettivo va perseguito sia da parte dei cittadini sia degli amministratori, così che tutti investano responsabilmente nella salute della collettività, nei contesti sociali e ambientali, nelle future politiche pubbliche.

Durata: 120 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: Sala Studio - DiSIT
Autori e collaboratori: Simona Martinotti, Elia Ranzato

Le nostre cellule vivono molto vicine le une alle altre, con solo qualche velo di liquido, non più spesso di una tenda, a separarle. Invece di lamentarsi per la mancanza di privacy, mostrano una notevole tendenza alla socialità, allacciandosi in un mare di interazioni e relazioni con le proprie vicine. Per comunicare tra di loro, non avendo occhi o orecchi, si affidano al tatto: usano le proteine che sporgono dalla loro superficie come caratteri di un alfabeto “braille molecolare”. In alcuni casi i rapporti di vicinato sono così buoni che cellule confinanti possono decidere di creare uno spazio condiviso, aprendo nelle pareti comunicanti delle porticine, attraverso le quali si scambiano piccole cose, come sali, zuccheri… A volte però è necessario comunicare con cellule un po' più lontane, con le quali un contatto diretto è impossibile. In caso di emergenze, ad esempio, bisogna assolutamente allertare le cellule del sistema immunitario (il corpo di “polizia cellulare”), che in genere sono sempre nei paraggi, ma mai esattamente dove servono... Per attirare la loro attenzione, le cellule emettono delle molecole di segnale che, come odori, si spandono nell'ambiente circostante. Quando le cellule immunitarie percepiscono l'odore, ne seguono la scia fino ad arrivare all'origine del segnale.

Durata: 45 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: B 205 - DiSIT
Autori e collaboratori: Roberto Barbato, Federico Tosonotti

Concerto

Durata: 45 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: Biblioteca - DiSIT
Autori e collaboratori: Marco Invernizzi, Lorenzo Lippi

L’apparato locomotore è una componente fondamentale dello stato di salute dell’individuo e molti dei processi legati all’invecchiamento si ripercuotono sulle sue componenti siano esse il tessuto osseo, muscolare, articolare e nervoso periferico. Pertanto una valutazione funzionale completa ed accurata di tutte queste componenti risulta cruciale sia nel soggetto sano che patologico. Obiettivo di questa attività è quindi mostrare una serie di apparecchiature usate comunemente nella pratica riabilitativa sia in ambito clinico che di ricerca atte a valutare lo stato funzionale e metabolico dell’apparato locomotore e per alcune è previsto un utilizzo anche da parte del pubblico. Saranno presentati i seguenti dispositivi: - Laser 3D scan: tecnica che permette di misurare con estrema precisione il volume di un solido attraverso una telecamera applicabile ad un tablet o uno smartphone. - Handgrip strenght: Serve a misurare la forza di presa dell’arto superiore che è un parametro molto importante in ambito sia clinico che di ricerca in campo invecchiamento - K4: Il K4 b2 è un sistema ergospirometrico portatile con valutazione “respiro per respiro” della funzionalità cardiorespiratoria durante lo sforzo. - Elettromiografia di superficie: per valutare l’attivazione muscolare durante il cammino.

Durata: 30 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: Sala Studio - DiSIT
Autori e collaboratori: Antonio Maconi, Mariateresa Dacquino

L'impatto dell'uomo sulla natura è, oggi più che mai, altamente invasivo. L'uomo, come dimostra il caso dell'Eternit di Casale Monferrato, è in grado di modificare l'ambiente in modo drastico e duraturo. Le sostanze inquinanti intervengono negativamente sulle varie funzioni dell'organismo umano, sul sistema immunitario, endocrino e nervoso. Per non parlare dell'apparato cardiovascolare e respiratorio. Grazie a terapie innovative, legate all'innovazione farmaceutica e tecnologie diagnostiche e terapeutiche sempre più avanzate, è oggi possibile intervenire per limitare i danni.

Durata: 15 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: B 206 - DiSIT
Autori e collaboratori: Regione Piemonte - Ufficio Relazioni con il Pubblico - Referente per la sede di Alessandria: Luciana Taverna

"Una buona occasione...per 4Stagioni" è l'iniziativa avviata ad Alessandria dall'URP REGIONE PIEMONTE con 21 partner e prende spunto dal film "Chef Bottura - Theater of Life" per  proporre eventi di sensibilizzazione a buone pratiche sul territorio alessandrino contro lo spreco, per promuovere salute, giustizia sociale e sostenibilità ambientale. L'iniziativa prevede la proiezione del film e di alcuni cartoon.

Chef Bottura – Theater of Life
E se il cibo sprecato potesse nutrire tutti gli affamati del mondo?
Un film che appaga gli occhi, l’appetito e lo spirito.  Theater of Life è un documentario sul Refettorio Ambrosiano, la mensa creata da Massimo Bottura durante Expo 2015 per rispondere a una domanda tanto semplice quanto necessaria: “E se il cibo sprecato potesse nutrire tutti gli affamati del mondo?”. L’avventura di Bottura è stata ripresa dal regista Peter Svatek, che ha documentato l’esperienza al Refettorio di chef come René Redzepi, Daniel Humm, Virgilio Martinez e Alain Ducasse. Tutti loro – e moltissimi altri – hanno aiutato Bottura a cucinare per i senzatetto e i bisognosi delle periferie di Milano.

I cartoon , sono tra il materiale per attività ludico-didattiche, e vogliono passare, attraverso le immagini adatte ai ragazzi, il messaggio che la lotta allo spreco alimentare è possibile realizzarla soprattutto attraverso l'acquisizione della responsabilizzazione e la conoscenza che dà consapevolezza.

Durata: 120 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: Aula magna - DiSIT
Autori e collaboratori: Simone Merlin

La manifestazione prevede lo svolgimento di attività di laboratorio divertenti, alla portata dei bambini e che è possibile ripetere a casa con sostanze facilmente reperibili in cucina. Attività svolte: costruzione vulcano con aceto e bicarbonato, estratto di cavolo rosso come indicatore di pH naturale, attività enzimatica di ananas e kiwi su gelatina, enucleazione di bibite gassate, giochi di fumo e schiuma con ghiaccio secco, produzione del “dentifricio dell’elefante” con acqua ossigenata e lievito.

Durata: 30 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: Sala Studio - DiSIT
Autori e collaboratori: Daniela Imperio, Luigi Panza, Federica Campo

Ci si propone di presentare il progetto LEUCITI (Leucemia Italia Ticino) supportato dal  programma INTERREG Italia-Svizzera, sia mettendo in luce nuovi approcci terapeutici contro la leucemia, sia evidenziando come la promozione della cooperazione europea abbia un ruolo fondamentale nella ricerca scientifica. Si vuole mostrare come la cooperazione tra enti di ricerca universitari (Istituto di Ricerca in Biomedicina, Università Piemonte Orientale e Insubria), ditte biotech (Cerbios) e centri di ricerca clinica (Fondazione Tettamanti, ospedale Monza) sia resa possibile dal supporto della cooperazione europea. Il successo di questo progetto vuole aprire la strada a più estese collaborazioni transfrontaliere. Nel contesto specifico si vuole rispondere ad un problema legato alla cura di una rara forma di leucemia, AML. Bambini e pazienti sopra i 60 anni spesso non riescono a sopportare la tossicità della terapia chemoterapica attuale, con conseguenze letali. Indirizzare il farmaco contro le cellule tumorali, evitando quelle sane, limiterebbe il problema. LEUCITI mira ad ottenere questo risultato legando un anticorpo a una nanoparticella contenente il farmaco chemioterapico, che può riconoscere e bersagliare le cellule malate. La nanoparticella che entra nella cellula si apre liberando il farmaco, che così uccide le cellule tumorali. Ottenere anche solo parziale selettività, cioè la capacità di riconoscere le cellule malate e non quelle sane, sarebbe un chiaro passo avanti rispetto alla terapia attuale, con evidenti benefici.

Durata: 10 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: B 207 - DiSIT
Autori e collaboratori: Giuseppina Cannatelli

Stand informativo e per raccolta firme del FAI - Fondo per l'Ambiente Italiano

Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: Corridoio 1° piano - zona laboratorio di lingue - DiSIT
Autori e collaboratori: Alfio Rebuffo (Resp. COM), Mauro Norese (Resp. Formazione)

Come un Industria manifatturiera moderna vive l'innovazione, la sicurezza e l'implicazione con il Territorio.
Presentazione di alcune attività in ambito innovazione, sicurezza e implicazione:
Innovazione

  • Industria 4.0, alcuni spunti
  • Nuovo polo formazione interna
  • L'alternanza Scuola-Lavoro

Sicurezza

  • Alcune iniziative interne e di promozione della sicurezza stradale (vedi Michelin&UPOsafetyfirst svolto a Maggio '18)
  • Implicazione
  • Cosa significa per Michelin l'Implicazione con il Territorio
  • Alcune iniziative ed eventi

Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00, Attività speciali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - Aula: Area esterna (pomeriggio) - B 103 (sera) - DiSIT
Autori e collaboratori: Claudio Molinari, Laboratorio di fisiologia

Il sistema nervoso autonomo (SNA) è il grande controllore delle funzioni di organi e apparati. Come è noto si divide in due parti: una parte che accelera queste funzioni (ortosimpatico) e un’altra parte che invece le rallenta (parasimpatico). È oggi possibile misurare il livello di attività di queste due parti del SNA valutando la variabilità dell’intervallo tra i battiti cardiaci. Scopriremo i segreti di questo particolare sistema nervoso e vedremo come un matematico nato esattamente 250 anni fa ci aiuterà a compiere queste misurazioni.

Durata: 60 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: Sala Studio - DiSIT
Autori e collaboratori: Massimiliano Panella, Nicolini Daniele, Carmela Rinaldi, Davide Negroni, Sara Bortoluzzi

Il nostro team di Igiene e Sanità Pubblica, facente parte del dipartimento di Medicina Traslazionale e sotto la guida del Prof. Massimiliano Panella, sta per lanciare in collaborazione con la Katholieke Universiteit di Leuven, il progetto "Mangomoment". I Mangomoment sono le piccole, inaspettate, sorprendenti, quasi impercettibili azioni o gesti nati durante l'assistenza quotidiana tra pazienti, residenti, familiari e / o fornitori di assistenza. Si svolgono durante le normali attività di cura e richiedono un minimo di sforzo o utilizzo di risorse. SI tratta di un progetto di ricerca volto all'individuazione e all'implementazione di momenti importanti per la persona nel contesto delle cure sanitarie. Vorremmo cioè che l’attenzione per il malato torni ad essere in prima istanza la persona, considerandone non solamente le patologie, ma soprattutto la sua sfera emotiva ed umana.

Durata: 15 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: B 207 - DiSIT
Autori e collaboratori: Elisa Robotti, Masho Hilawie Belay, Nuno Gonçalves, Dimitra Papagiannaki, Fabrício Eduardo Bortot Coelho

Il progetto AQUAlity è un progetto europeo volto a sviluppare nuovi metodi di studio e abbattimento dei contaminanti emergenti nelle acque. I giovani ricercatori coinvolti spiegheranno il progetto e mostreranno i primi risultati attraverso semplici dimostrazioni.

Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: Vestibolo aule III piano lato scala A - DiSIT
Autori e collaboratori: Angelo Senestro - Associazione Italiana Celiachia

A cura della dott.ssa Elisa Strona – Dibattito interattivo e Gioco sulle diverse esigenze alimentari.

Durata: 90 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00, L'Università dei Bambini, DiGSPES - Via Cavour 84 - mattina del 28/09. Prenotazione obbligatoria - Aula: 105 - DiGSPES / Ingresso biblioteca lato scala C - DiSIT
Autori e collaboratori: Diego Cotella

Tutti noi ospitiamo “sopra” e “dentro” il nostro corpo una vasta schiera di microrganismi, i quali compongono una comunità variegata di batteri simbiotici, commensali e patogeni, collettivamente chiamato microbioma. Questo ecosistema esiste in combinazioni uniche e complementari, e abita ogni distretto del nostro corpo, dalla pelle alle mucose, alle bocche e agli occhi e, naturalmente, al nostro intestino. Il nostro organismo può ospitare oltre 100 trilioni di batteri (più numerosi delle stelle della via lattea, più numerosi delle nostre stesse cellule!). Il microbioma ha numerose funzioni importanti nel mantenimento del nostro benessere come digerire il cibo, prevenire l'attacco di agenti patogeni che causano malattie, e sintetizzare alcuni nutrienti e vitamine essenziali. Con il progresso delle tecnologie genomiche, siamo ora in grado di comprendere meglio le molteplici funzioni del microbioma e, conoscendolo meglio, siamo anche in grado di sfruttarlo per migliorare la nostra salute. L’attività proposta prevede una serie di attività (quiz, giochi interattivi), principalmente rivolte alle famiglie, per fare conoscere meglio il microbioma e la ricerca che UPO sta svolgendo in questo ambito.

Durata: 30 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: Sala Studio - DiSIT
Autori e collaboratori: Carmela Rinaldi, Daniele Nicolini, Sara Bortoluzzi, Fabrizio Leigheb, Angelo Di Dio, Fabio Timelli, Massimiliano Panella

Ad ogni persona sarà proposta la compilazione di un questionario sui fattori di rischio dell'osteoporosi. Il questionario, basato sulle evidenze scientifiche, è stato creato da un team di esperti (Medico di medicina preventiva, reumatologo ed esperto in Lifestyle medicine) per creare un profilo di rischio (Già in cura, a rischio, non a rischio). Sulla base del risultato (score attribuito) sarà proposto un test ultrasonografico ai soggetti a rischio (test non invasivo e non nocivo). Al termine, a ciascuna persona iscritta, sarà dato un rimando circa lo specifico profilo di rischio per l'osteoporosi.

Durata: 120 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: B 301 - DiSIT
Autori e collaboratori: Radio 6023

Radio 6023 animerà uno spazio di interviste ai partecipanti, volontarie e soprattutto alle eccellenze della didattica e ricerca di UNIUPO Lo staff di 6023 scoverà interventi dei volontari e dei partecipanti con microfoni fissi. La realizzazione in live, e registrazione di contenuti volti alla divulgazione scientifica registrazione con camera mobile delle attività audio diretta video dirette social intrattenimento musicale informazioni su notte dei ricercatori per gli avventori Dagli 8 ai 15 volontari coinvolti.

Durata: 30 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: Zona segreteria studenti - DiSIT
Autori e collaboratori: Massimo Canonico, Paolo Robutti, Abilitando, Centro Ricerche RAI, 3D ArcheoLab, Isitt

Come può una persona non vedente toccare un'opera d'arte o un monumento per capire come è fatta, visitare una mostra o leggere un giornale online? Può un avatar comunicare fluentemente usando la lingua dei segni? Un turista con disabilità può fruire a pieno delle bellezze artistiche e culturali del nostro paese? La risposta a tutte queste domande è un Sì forte e deciso, grazie all'impegno e alle soluzioni proposte da realtà tecnologicamente avanzate quali DiSIT, Abilitando, Centro ricerche RAI, 3D Archeolab e Isitt. All'interno della notte dei ricercatori si terrà un convegno in cui si spiegherà come ricerca e tecnologia posso operare sinergicamente per creare prodotti software ed hardware in grado di agevolare la visita a luoghi e beni culturali per persone disabili e non.

Durata: 150 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: B 104 - DiSIT
Autori e collaboratori: Erika Del Grosso

La passione per lo studio della struttura e della funzione sia delle macromolecole biologiche che delle sostanze bioattive permette di coinvolgere i bambini in un'attività che metterà alla prova il loro fiuto ed il loro intuito. Il gioco altro non è che una versione "chimico-sensoriale" della classica caccia al tesoro. Il gioco si svolgerà a squadre (3 da 6 bambini) ciascuna identificata da un braccialetto di colore diverso; all'interno dell'aula saranno allestiti diversi pannelli (con l'immagine di un alimento) a cui si arriva grazie ad indizi aromatici associati ad indovinelli presenti sotto ciascun pannello. La squadra che completerà per prima il percorso, ad ogni turno, vincerà un premio speciale.

Durata: 20 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: B 302 - DiSIT
Autori e collaboratori: SISM - Segretariato Italiano degli Studenti di Medicina

Il bambino viene coinvolto in un ospedale simulato, in cui vengono riprodotti diversi reparti con le strumentazioni relative. Nel gioco non sarà però il bambino ad essere il paziente, ma sarà il suo personale pupazzo ad esserlo (che se non viene portato dal bambino stesso gli viene fornito sul momento) che verrà accolto al triage, come in un vero e proprio ospedale, e inizierà il suo percorso fra i vari reparti a seconda della malattia diagnosticata. I vari pupazzologi faranno del loro meglio per cercare di curare il pupazzo applicando tutte le procedure mediche come in un vero ospedale, ma alla fine del percorso sarà il bambino stesso che dovrà continuare a prendersi cura del suo pupazzo al fine di una completa guarigione.

Mi raccomando bambini portate il vostro pupazzo!

Durata: 180 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: Atrio circolare - DiSIT
Autori e collaboratori: Giorgio Leonardi

L'attività proposta mostrerà al pubblico i risultati dell'alternanza scuola-lavoro svolta con i ragazzi delle scuole superiori della Provincia, tesa alla realizzazione di progetti con cuore Arduino, per l'introduzione ai principi della programmazione e delle architetture dei sistemi informatici. Durante questa attività, allestita preferibilmente nel laboratotio di Informatica, si mostreranno alcuni dei progetti realizzati, come, ad esempio, monitoraggio ambientale, semplici antifurto, autovelox, simulazione di dispositivi di controllo di autoveicoli. Una postazione sarà allestita per mermettere ai visitatori di giocare a un videogame completo e, se possibile, alcune postazioni a disposizione del pubblico per permettere loro di sperimentare i principi base della programmazione di Arduino con linguaggio grafico Snap!

Durata: 180 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: B 130 - DiSIT
Autori e collaboratori: Alberto Massarotti

Capire come le proteine interagiscono all'interno del nostro organismo è di fondamentale importanza per progettare delle molecole che possano modulare positivamente o negativamente questa interazione, e di conseguenza la loro attività con lo scopo ultimo di ottenere un beneficio terapeutico. In un progetto finanziato dalla Fondazione Cariplo si sta perseguendo questa strategia per migliorare le condizioni dei malati di fibrosi cistica. Come fanno le proteine a interagire fra di loro? Attraverso un videogioco che permette di muovere due proteine il "giocatore" può sperimentare il funzionamento di questo meccanismo base della vita cellulare.

Durata: 5 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: B 303 - DiSIT
Autori e collaboratori: Sistema Bibliotecario di Ateneo, Gruppo di lavoro sull'Open Access, Maurizio Lana

Nella notte della ricerca, la biblioteca diventa un laboratorio per smascherare le false notizie e fare scienza dell'informazione. Come verificare le fonti delle informazioni che i media ci propongono? Come valutare la qualità una fonte? L'informazione all'epoca della rete: opportunità e tranelli, accesso aperto e accesso chiuso/a pagamento/previa registrazione, l'informazione a costruzione partecipata (wiki). Il Sistema Bibliotecario di Ateneo e il Gruppo di lavoro sull'Open Access propongono un laboratorio per valutare la qualità delle informazioni che arrivano dalla rete, usando anche lo strumento della rete stessa.

Durata: 120 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: Ingresso biblioteca - DiSIT
Autori e collaboratori: Attilio Giordana, Massimiliano Gallo, Asia Beatrice Uboldi

Internet sta creando un nuovo tessuto sociale che mette in comunicazione uomini, intellienze artificiali e cose, consentendo loro di interagire sviluppando nuove forme di collaborazione e consentendo lo sviluppo di nuovi tipi di relazioni sociali. Obbiettivo della presentazione è quello di spiegare al pubblico come funzionano questi tipi di comuncazione via rete onde promuovere una maggior consapevolezza nell'utenza che sta partecipando a questo processo. In particolare, si vuole dare una risposta a problemi che spesso l'utenza si pone: Come è fatto il sistema che mi fa comunicare con gli altri? Dove sono i dati che invio in rete? Che informzioni trasmetto implicitamente senza che me ne accorga? Come posso proteggerli? Da che cosa mi devo guardare comunicando in rete? Oltre alla descrizione delle tecnologie coinvolte in questo tipo di servizi verranno presentati dei dimostratori didattici realizzati tramite apparati didattici, che consentiranno al pubblico di verificare sperimentalmente cosa accade nella rete.

Durata: 45 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: B 130 - DiSIT
Autori e collaboratori: Alberto Minassi, Franca Rossi

Noi chimici e biochimici del DSF, con la passione per lo studio della struttura e della funzione e delle macromolecole biologiche e delle sostanze bioattive, coinvolgeremo i visitatori in una attività che permetterà loro di mettere alla prova il loro fiuto ed il loro intuito. Ai nasi più fini, proporremo di formulare un profumo, che verrà sottoposto a valutazione da parte dello staff della Notte per diventare il... ProfUPO!

Durata: 25 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: B 303 - DiSIT
Autori e collaboratori: Vittorio Tigrino, Francesco Aimerito e Claudio Rosso (centro interdipartimentale DISCO)

Seminario di studio con diversi specialisti della materia nel corso del pomeriggio, aperto a studiosi, studenti e cittadinanza. La 'coda' serale prevede invece degli interventi a carattere più divulgativo sullo stesso tema (il patrimonio come elemento della cittadinanza; le storie del patrimonio...).

Durata: 20 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00, Attività speciali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - Aula: B 101 - DiSIT
Autori e collaboratori: Enrico Ferrero

Nel Laboratorio di Fluidodinamica del DISIT verranno svolti esperimenti in vasca idrodinamica che riproducono correnti atmosferiche e oceaniche in scala ridotta con il metodo della simulazione fisica. Verranno anche effettuate misure tramite analisi dell’immagini. L'esperienza sarà introdotta da una descrizione della metodologia volta a mostrare come fenomeni complessi possono essere tradotti sperimentalmente in termini semplici e facili da comunicare senza per questo rendere banale le tematiche affrontate.

Durata: 20 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: C 140 - DiSIT
Autori e collaboratori: Alice Plata, Viviana Cappellazzo, volontari di Radio 6023

I volontari di 6023 vogliono dare vita ad un gioco interattivo che coinvolgerà il pubblico in un quiz per scoprire quanto si è creduloni. da questa esperienza si potranno apprendere dei trucchi per difendersi dalla disinformazione on line. Dai 6 volontari coinvolti. (si spera di riuscire a coinvolgere diversi docenti per un contributo registrato) Il mondo di oggi è caratterizzato da un altissimo flusso di comunicazione, ma non tutto è quello che sembra. Dai bot al shitstorming avere un profilo social ci mette sempre più a rischio di farsi portavoce di cause inesistenti e spiegazioni che di scientifico non hanno neanche l’apparenza. Provando con noi a giocare a “vero o fake” il pubblico potrà mettere alla prova il proprio grado di esperienza nel riconoscere una bufala, ma anche capire quali sono i meccanismi che vi stanno alla base, grazie ad esempi pratici e immagini potremo offrire una piccola esperienza di come cavarsela nel mondo social ma anche con tv e giornali dell’era del click baiting.

Durata: 45 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: B 305 - DiSIT
Autori e collaboratori: Massimo Cavino, Laura Dellora, Filippo Malaspina

Nel corso della serata saranno proiettati videoclip musicali che propongono grandi successi della musica leggera europea ed internazionale conosciuti nei diversi paesi in lingue differenti. L' iniziativa vuole suggerire un approccio alla conoscenza delle lingue che sottolinei l'importanza della sensibilità per l'intrinseca melodia del linguaggio umano.

Durata: 40 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: B 202 - DiSIT
Autori e collaboratori: Paolo Trivero, 3i, MIUR (Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Ufficio IV - Ambito territoriale di Alessandria), Comune Alessandria

La problematica dell'energia comporta conoscenza scientifica, sensibilità alle problematiche energetiche e necessita di una corretta comunicazione. Le scuole elementari e medie che sono coinvolte nel progetto possono, a partire da quanto vedranno e toccheranno nell'evento della notte dei ricercatori, avviare un percorso in classe che spazia dalla ricerca storica, allo studio delle esigenze energetiche e alla realizzazione di nuovi modelli che sfruttano le energie rinnovabili. Le soluzioni più brillanti potranno essere utilizzate per disegnare il futuro della città sostenibile e la loro realizzazione sarà seguita nel tempo dagli stessi studenti che le hanno proposte. Nella stessa occasione sarà presentato lo sviluppo del progetto PRISMA per l'osservazione delle meteore e la ricerca delle meteoriti.

Durata: 180 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: C 141 - DiSIT
Autori e collaboratori: Irene Pellegrino

Molte specie di uccelli trovano nell’ambiente urbano un luogo dove nidificare e reperire cibo, tra queste non solo piccioni o cornacchie grigie, uccelli opportunisti, ma anche rondini e rondoni specie protette e sensibili ai cambiamenti ambientali. Lo studio di queste specie rappresenta un valore culturale e scientifico per la conservazione e la promozione della biodiversità urbana. L’attività proposta è adatta a tutte le fasce d’età e prevede una breve presentazione dell'argomento di studio con proiezione di immagini, filmati e suoni, una mostra di nidi artificiali e un laboratorio sul riconoscimento delle specie di uccelli nidificanti nelle nostre città.

Durata: 30 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: B 306 - DiSIT
Autori e collaboratori: Cinzia Borgogna, Gruppo del Laboratorio di microbiologia

Gioco Memory “I Virus e i Batteri”: attività/gioco per spiegare ai più piccoli le differenze tra i diversi microorganismi e le differenze tra microrganismi “buoni” (microbioma) e “cattivi” (patogeni). L’attività inizierà con una breve spiegazione sulle più importanti famiglie di microrganismi (se possibile anche con l’ausilio di peluches https://www.giantmicrobes.com/it/ ) e successivamente avrà luogo il gioco (strutturato in maniera facilitata) che permetterà di associare il microorganismo alla sua normale localizzazione anatomica ( es. E.coli- intestino) o alla patologia ( es. rhinovirus-raffreddore). 

Durata: 20 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: Sala Studio - DiSIT
Autori e collaboratori: Maria Angela Masini, Lorenzo Giovannone, Flavia Caprì

La vita sul nostro pianeta si è sviluppata ed evoluta sotto l’influenza del vettore gravità. A livello cellulare, la forma delle cellule, la disposizione degli organelli all’interno del citoplasma, la posizione del nucleo sono determinate dalla forza di gravità. Ma cosa succede se le cellule vengono esposte ad una riduzione di tale vettore? Ad esempio a valori attorno a 10-6 g? Colture cellulari sono state esposte a questi valori di g utilizzando un clinostato tridimensionale, per osservare le eventuali alterazioni che si sarebbero potute verificare in esse. Durante l’osservazione al microscopio (ottico, a fluorescenza, confocale, elettronico a scansione e trasmissione) spesso il ricercatore si è trovato davanti immagini strane, non consuete che, oltre ad essere osservate con criterio oggettivo e scientifico, hanno stimolato la fantasia, l’immaginazione, la creatività dell’osservatore. La mostra lascerà libera interpretazione riguardo le fotografie proposte, ma in alcuni casi, alla microfotografia, sarà affiancata un’immagine (di un dipinto, un animale, un oggetto,…) che rispecchia, a nostro avviso, ciò che può essere visto al di là della mera interpretazione scientifica. Ogni foto presenterà una didascalia della reale sorgente ed indagine.

Durata: 15 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: Corridoio uffici 2° piano - lato scala E - DiSIT
Autori e collaboratori: Flavio Anastasia, Simone Cantamessa, Guido Lingua, Nadia Massa

Nel corso dell’evoluzione le piante hanno colonizzato gli ambienti più diversi, affrontando condizioni differenti per quanto riguarda la disponibilità di acqua, la temperatura e l’irraggiamento luminoso. Per avere successo hanno dovuto esplorare numerose strategie e forme. Alcuni esempi di adattamento a diversi tipi di ambienti saranno presentati mediante descrizioni e osservazioni macroscopiche e microscopiche.

Durata: 20 minuti
Dove e quando: Attività serali, DiSIT - Viale Teresa Michel 11 - ore 21.00-24.00 - Aula: B 306 - DiSIT