Ospita un pianista!

Data di pubblicazione: 
08 Luglio 2019

Hai voglia di ospitare un/una giovane pianista a casa tua?

La nostra UPO è a fianco della Società del Quartetto, del Comune di Vercelli e della Fondazione CRV per l'organizzazione del Concorso Internazionale di Musica “G.B. Viotti”, uno dei più importanti al mondo per la musica classica, che si tiene ogni anno a Vercelli. Da questo concorso sono partite le carriere dei più famosi pianisti, cantanti lirici, direttori d’orchestra internazionali (Pavarotti, Barenboim, Abbado, Freni, Kabaiwanska, per citarne solo alcuni).

Dal 9 al 19 ottobre è programmata la 70° edizione: un compleanno da festeggiare con degne celebrazioni. È in cartellone la sezione di pianoforte, che richiamerà a Vercelli una sessantina di giovani artisti, di età compresa tra i 18 e i 30 anni, da ogni parte del mondo. Già negli anni scorsi i Tuoi colleghi hanno collaborato con l’accoglienza e il tutorato dei concorrenti. Quest’anno ci piacerebbe fare qualcosa di più.

È consuetudine di tutti i concorsi internazionali che le famiglie dell’entourage organizzativo si diano da fare per risolvere il problema dell’ospitalità. A Vercelli la ricettività non è delle migliori e certamente un’accoglienza in casa, con persone della stessa età, permette ai candidati di vivere al meglio la loro esperienza.

Pensa… tra una decina d’anni potresti dire di aver accolto a casa tua un/una finalista del Concorso Viotti che ha iniziato la sua ascesa nel firmamento musicale proprio da qui.

L’impegno consiste nel garantire al/alla concorrente una sistemazione B&B per un minimo di 4 notti (dal 9 al 13), che corrisponde al periodo della prima prova. Se il/la concorrente, come si spera, passa ai turni successivi, si arriva a un massimo di 11/12 notti, fino alla stupenda serata finale di sabato 19. I pasti – pranzo e cena – non sono richiesti. Se parli benino l’inglese o un'altra lingua, ne gioverà la conversazione, ma gli idiomi non sono mai stati un problema in settant’anni di storia.

Se hai una stanza in più in casa, ti chiediamo di considerare convintamente questa splendida opportunità: si fa del bene a un artista e anche a se stessi, perché aiutare l’arte è un modo ineguagliabile per coltivare la grande bellezza che c’è nel mondo e dentro di noi. Da parte nostra, possiamo riservarti due biglietti per la prova finale e l’ingresso gratuito a tutte le prove del Concorso.

Facci sapere se intendi aderire, scrivendo una email a eventi@uniupo.it o telefonandoci, entro il 31 luglio.